UAP e Elite: non lo ammetteranno mai?

Come sapete, il prossimo 25 giugno, il Congresso USA dovrà decidere in base al recente rapporto del Pentagono sulle UAP (gli Ufo) o meglio sui clamorosi tracciati radar che la Marina statunitense propose al Pentagono stesso su indicazione dell’ex presidente Trump. Gli americani sanno benissimo cosa vola nei loro cieli ma come accade sempre, le amministrazioni civili e militari sono estremamente restie ad ammettere l’esistenza dell’interferenza aliena. Considerando anche che le UAP violano le leggi su tutto quanto sappiamo della tecnologia e della fisica: un bel problema. Esaminiamo brevemente per quale motivo.

Ora che il Pentagono ha deciso che gli oggetti volanti non sono identificati e identificabili ma sicuramente sono oggetti reali e volanti, ammettendo di non sapere chi li manovra e da dove provengono, dobbiamo innanzitutto notificare agli scettici di turno la decisione che vale per loro come per noi. 

I tentativi di segnalazione di un tempo (i numerosi testi antichi, le immagini pittoriche, le testimonianze anche clamorose e persino collettive, come a Firenze nel 1954) a lor signori non bastavano ma ora deve bastare il rapporto del Pentagono. Su questo, non si scherza, cari Cicap di casa e internazionali.

Detto questo, ora si apre  un capitolo nuovo. Il Congresso dovrà esporsi in un senso o nell’altro e da quel che uscirà dal tempio della democrazia USA, potremo capire come intendono gestire le Elite l’intera questione.

Secondo gli addotti che ho potuto ascoltare, gli alieni, nella persona di vari delegati provenienti da diverse civiltà intergalattiche, hanno stretto da tempo accordi ufficiali con USA, Russia, Cina, Israele e Vaticano. Sulla natura e il contenuto di tali accordi non esiste certezza assoluta. 

Alcuni addotti affermano che tali accordi comprendano sempre la cessione di retroingegneria aliena in cambio di libertà di manovra sul territorio terrestre.

Questo spiegherebbe la presenza di tanti rapimenti e le conseguenti dichiarazioni di quegli addotti che sono tornati indietro per parlarcene.  

Altre indicazioni in tal senso potrete leggere nel mio romanzo LA TERRA INVASA DAI RETTILI, già disponibile su Amazon.  Un testo scomodo che l’editoria tradizionale non ha voluto prendere in considerazione.

I media in genere sono totalmente proni alla volontà delle Elite espressa tramite i governi tradizionali, non c’è nulla da fare in merito.  Potete trovare nelle librerie quel che lor signori decidono, niente di più e niente di meno. L’estrema concentrazione delle proprietà editoriali favorisce i loro piani.

Per informarvi, non vi resta che qualche sito in Rete, qualche canale effettivamente libero di Youtube e le opere di narrativa che sfuggono alla censura. Avete esempi di ogni genere sia in letteratura che nel cinema o in televisione. 

Con la fantasia, si può tutto. Ora, però, fantasticheremo sulla realtà UAP, concreta e inoppugnabile, con buona pace dei vari censori.

mano burattini

UAP e Elite: non lo ammetteranno mai?ultima modifica: 2021-06-14T11:47:38+02:00da marcar2007
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *